Come Investire – Accettazione del Rischio


Nel  perseguire  una  qualsiasi  politica  di  investimento,
per  prima  cosa  bisogna  domandarsi  quale livello di rischio si è disposti ad accettare.

Dovrebbe essere ben  noto a  tutti coloro i  quali agiscono  nei mercati finanziari,  e non  soltanto, che
il concetto  di rischio è un concetto del  tutto ambivalente:
quanto è  maggiore il rischio positivo,  tanto è più elevato  quello negativo.

Esistono due diverse tipologie di rischio quando ci si accinge ad investire nei mercati mobiliari:
il rischio specifico, vale a dire quello che riguarda il singolo valore sul quale intendiamo investire;
ed il  rischio sistemico, cioè quello che riguarda un settore di mercato, ovvero tutto il mercato nel
suo insieme.

Per valutare il rischio specifico, quindi,
basta seguire i criteri dell’analisi fondamentale
che comprendono anche le previsioni degli esperti circa il valore in esame.
Altri, ritengono di poter valutare questo rischio unicamente attraverso l’analisi tecnica
e sono liberissimi di farlo.

Per valutare il rischio sistemico, invece,
bisognerebbe essere degli esperti di macroeconomia e di geopolititica,
per poter considerare il mercato finanziario nel suo complesso.
Ovvero degli esperti di settore, per quanto riguarda i singoli comparti:
alimentare, auto, banche, energia, farmaceutica, semiconduttori, sofware, telecomunicazioni, etc.
Il che, chiaramente, nella stragrande maggioranza dei casi non è dato.

Un investimento del tutto privo di rischio non esiste, esistono delle strategie di investimento che
possono aiutare l’investitore a gestire ed a bilanciare il rischio.

Purtroppo,  esistono  ancora  tante  persone  sinceramente  convinte  che  esistano  investimenti  sicuri.
Come è noto, i mercati vivono di  incertezze e di mutevoli speranze che causano  una continua instabilità nei
prezzi: semmai  esistesse una  formula,  magica  oppure  scientifica,  capace  di  annullare  tutte  le  incertezze,
segnerebbe  la  fine  dei  mercati  finanziari. Eppure esistono ancora tante persone, sinceramente convinte di
poter essere esentate dal sottoporsi a tale elementare verità, che  continuano a pensare  che esistano degli
investimenti senza  rischio. Questo,  vuoi perché  credono  di essere  più furbi  degli altri,  vuoi perché  qualcuno
li illude di poter essere tali. Ovviamente, dietro un congruo compenso.

Comment!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *